elena_givone

ITA
Elena Givone - portfolio pdf - classe 1979, è una fotografa, artista visuale e sognatrice Italiana. La sua opera comprende un corpus in continua espansione che nell’ultima decina di anni ha preso forma in Italia, Bosnia, Brasile, Francia, Mali, Burundi, Sri Lanka, Myammar e Grecia. Dopo gli studi in Scienze Internazionali e Diplomatiche a Torino, la sua città natale, e si è laureata con lode in Fotografia presso l’Istituto Europeo di Design, per poi proseguire gli studi alla Gerrit Rietveld Academie di Amsterdam. Tra le prerogative salienti dell’autrice- rappresentata dall’agenzia Contrasto- c’è quella di interrogarsi sui sogni, di riflettere sul rapporto tra la realtà del mondo circostante e quella del mondo interiore, indagando la facoltà dell’immaginazione che risiede in ognuno di noi.

Dopo aver vinto il premio “Attenzione nuovo talento fotografico FNAC” con il progetto Pazi-Mine Sarajevo 2006, la fotografa a sviluppato diversi progetti fotografici in giro per il mondo che coinvolgo il soggetto fotografato, il fruitore e la fotografa stessa, in un “gioco mentale” che permette a tutti di liberarsi grazie alle ali della fantasia. Ed è così che ha realizzato i suoi progetti “Flying Away” nelle favelas e nei carceri brasiliani, “I segreti della scatola magica- fotografie per l’acqua” in Mali, “Dreams from My magic lamp” in Sri Lanka ed in Europa, “The Zee Kwet”in Myanmar e “Rafi and kids from Aleppo” nei campi profughi in Grecia ed in Inghilterra. Questi lavori sono stati pubblicati su varie riviste , esposti in gallerie internazionali, come il Fotomuseum di Winterthur e fanno parte di collezioni prestigiose come d/Do di Donata Pizzi, esposta in Triennale a Milano nella mostra "L’ALTRO SGUARDO FOTOGRAFE ITALIANE 1965-2015". Una collezione concepita e costituita con lo scopo di favorire la conoscenza e la valorizzazione delle più significative interpreti nel panorama fotografico italiano dalla metà degli anni Sessanta a oggi.

Il lavoro di Elena ha una forte componente etica e politica, in cui spesso si mette in scena la voce di un’umanità la cui parola è stata tolta. Non importa che si tratti di un carcere in Brasile, di un orfanotrofio, di una strada, o di una tenda, poiché tappeti, lampade o gufi, diventano degli strumenti per capire la società in cui vivono i soggetti ritratti, per sovvertire la normalità e regalare loro anche solo per pochi attimi, il dono della leggerezza.


ENG
Elena Givone - portfolio pdf - born in 1979, is an Italian photographer, visual artist and dreamer. Her work consists of a growing collection of art which has taken shape over the last decade in Italy, Bosnia, Brazil, France, Mali, Burundi, Sri Lanka, Myammar and Greece. Elena completed her first degree in International Relations and Diplomatic Affairs in Torino, her hometown, and obtained an honors degree in Photography from the European Institute of Design (Istituto Europeo di Design) before continuing her studies at the Gerrit Rietveld Academie in Amsterdam. Among the salient traits of this artist, who is represented by Agenzia Contrato, are those of contemplating on dreams and reflecting on the relationship between the surrounding world and our inner world, while investigating the power of imagination that resides within each one of us.

In 2006 Elena won the “Attenzione nuovo talento fotografico FNAC” prize with her Pazi-Mine Sarajevo 2006 projec, she started to develop several pojects around the world that involves in a “mental game” the subject portraited, the photographer and the final viewer as well , giving the opportunity to dream and to fly among fantasy wings. She realised project as “Flying Away” in brasilian favelas and jouvenil prisons, “Secrets from the magic box” in Mali, “Dreams from my magic lamp” in Sri Lanka nad around the world, “the Zee Kwet” in Myanmar, “Rafi and Kids from Aleppo” in a refugee camp in Greece. She also exhibits her collections at the prestigious Photomuseum in Winthertur, Switzerland during Platform ’11, and since 2015, Elena’s work has been part of Donata Pizzi’s d/DO collection, which is included in "L’ALTRO SGUARDO FOTOGRAFE ITALIANE 1965-2015”exhibition at the Triennale in Milan. The collection was conceived with the aim of promoting knowledge and appreciation of the most significant women exponents of the Italian photographic scene from the mid-60s until today.

Elena’s work has a strong ethical and political component, offering a place where the voice of people who have been silenced can be heard. It makes no difference whether it is a prison in Brazil, an orphanage, a street, or a tent because carpets, lamps, and owls become instruments to help understand the society in which the subjects portrayed live, in order to overturn normality and give them the gift of carefreeness, if only just for a few moments.

email

info@elenagivone.com

phone

+39 366 3082373

social

my Blog me on Facebook Skype Me™! me on Instagram me on Tumblr me on Vimeo me on Linkedin Skype Me™!

loading